"Serie A, un'emozione immensa. Il "Bentegodi" è stato fondamentale"

06-06-2019 15:14 -

Davide Faraoni, difensore del Verona, è intervenuto in diretta a Sportiva per festeggiare la promozione in Serie A dell'Hellas.

SULL'OBIETTIVO RAGGIUNTO: "E' stata un'emozione immensa. Mi ricordo quando è finita la partita d'andata contro il Cittadella c'è stata una carica a fine partita: credevamo nell'impresa e lì mi ha fatto capire che ce la potevamo fare. Il "Bentegodi" è stato fondamentale: i tifosi, la gente, anche quando sono venuti al campo per l'ultimo allenamento sono stati fondamentali. Ci hanno dato una grande carica".

SUL SUO RUOLO: "Sono anni che mi alleno come terzino destro e cerco di migliorare tutti i giorni. Però quando Grosso mi ha spostato mezzala mi sono divertito e mi sono adattato molto bene. Mi piacerebbe approfondire questo ruolo".

SU AGLIETTI: "E' arrivato con un'umiltà incredibile e ci ha portato serenità e tranquillità, soprattutto di testa,.Giocavamo con la paura di sbagliare e dei fischi, con lui siamo riusciti ad avere più solidità dietro e questo ci ha dato più sicurezze".

SUL SUO FUTURO: "Dopo tutti questi sforzi, andar via proprio adesso mi dispiacerebbe. Poi saranno mister e direttore che faranno le scelte e io dovrò adattarmi".

SU PAZZINI: "E' una persona umilissima, si è sempre messo a disposizione del gruppo e da un giocatore così importante fa solo che bene".