"Si scrive nazionale Under 21 ma si legge nazionale maggiore"

17-06-2019 16:57 -

Il project manager dell'Europeo U21 Andrea Stefani è intervenuto a Radio Sportiva per parlare del debutto dell'Italia di ieri.

"Siamo molto soddisfatti perchè lo spettacolo fornito dal Dall'Ara era quello che auspicavamo dall'inizio del progetto: c'era il tutto esaurito, con tanti giovani e tante famiglie e anche un primo passo importante verso quella cultura sportiva a cui teniamo molto: ieri abbiamo distribuito anche le bandiere spagnole per accompagnare il loro inno e lo faremo anche nelle prossime partite. L'aspettativa è molto elevata, si scrive nazionale under 21 ma si legge nazionale maggiore perchè il pubblico può vedere un gruppo che per metà è composto da giocatori che fanno parte della rosa di Mancini: mai come quest'anno ci sono giocatori con presenza stabile in serie A e nei bienni scorsi non c'era un roster così profondo. Ormai il Var è un percorso nel quale nessuno potrà mai tornare indietro: l'Uefa si sta muovendo su questa strada sotto la spinta di Roberto Rosetti approfittando di ogni manifestazione internazionale per offrire una qualità superiore degli arbitraggi e ieri ne abbiamo avuto la prova"