"Italia, vincere e sperare! Francia-Romania? Non si faranno la guerra..."

22-06-2019 10:02 -

Il tecnico Andrea Agostinelli è intervenuto in diretta a Sportiva per presentare Italia-Belgio Under 21 di stasera.

SULLA GARA DI STASERA: "Il risultato di ieri sera della Francia non ci avvantaggia, perché credo che oggi come oggi la migliore seconda sarà una tra Francia e Romania, perché lunedì non si faranno la guerra e pareggeranno. Noi stasera dobbiamo vincere la partita e sperare di arrivare primi, perché se arriviamo secondi, saremmo praticamente eliminati".

SULL'ITALIA: "Nella seconda partita si è vista un po' di difficoltà nel fare la partita e mi sarei aspettato qualcosa di più dagli esterni. La squadra comunque non è che abbia giocato male, ma ha trovato di fronte una squadra che si difende come nessuno in questo Europeo".

SULL'ATTACCO AZZURRO: "Mi è dispiaciuto che Cutrone sia stato molto al di sotto delle sue possibilità contro la Polonia. Chiunque andrà in campo stasera, comunque, sa che c'è solo un risultato e purtroppo potrebbe anche non bastare..."

SU CHIESA: "Credo che sia un giocatore superiore alla media e credo stia migliorando molto. Uno dal suo gioco e dalla sua esplosività difficilmente può giocare 90 minuti sullo stesso livello, ma fa la differenza".

SU KEAN: "Non ha brillato, anche se non va dimenticata l'età di questi ragazzi così giovani, che hanno un'esplosione così prematura. Basti pensare a Zaniolo: è un grande talento, ma adesso ha una difficoltà anche mentale. Noi forse in Italia siamo troppo frettolosi a definire un giocatore 'fenomeno' dopo 3 partite e cambiare idea dopo altre tre. Un po' più di attenzione servirebbe".