Bucchioni: "De Ligt può fare la storia della Juventus per i prossimi 15 anni"

27-06-2019 17:02 -

Enzo Bucchioni è intervenuto in diretta a Sportiva per rispondere alle domande degli ascoltatori in "Microfono Aperto".

SUL MILAN: "C'è da riguardare un po' la situazione economica, sfoltendo, ringiovanendo e abbassando il monte ingaggi. Purtroppo questa operazione passerà attraverso dei sacrifici importanti, come quello di Donnarumma. Mi sembra che sia un percorso abbastanza obbligato".

SULLA FIORENTINA: "Il Napoli ha chiesto 30 milioni per Inglese e sono ritenuti eccessivi, ma c'è il grande interesse del Napoli per Veretout, quindi magari può essere inserito nella trattativa anche il discorso-Inglese".

SUL DOPPIO RUOLO DI ORIALI: "Penso tutto il bene possibile della persona, che può fare tranquillamente il doppio ruolo, perché è assolutamente super partes. Mi sembra un compromesso intelligente, che valorizzerà ancora di più la sua figura".

SU GIAMPAOLO: "Non credo che cambierà il suo modo di intendere il calcio: sarebbe un errore colossale. Avrà i giocatori adatti alla sua idea di calcio, molto tecnico e organizzato, e credo che sarà il valore aggiunto di questa squadra"

SU DE LIGT: "E' un profilo che per 15 anni può fare la storia della Juventus. per le capacità e per i margini di miglioramento che ha. E' un'operazione che la Juve fa bene a fare perché può diventare il punto di riferimento della difesa per i prossimi 15 anni".

SUL PALERMO: "Credo che sia una situazione irreversibile. Tutto nasce da quando Zamparini ha cominciato a defilarsi perché ha visto che la situazione stava crollando. Nonostante questo si è permesso al Palermo di trovare degli escamotage, perché la situazione era drammatica da 3/4 anni. Dov'erano le istituzione calcistiche in questo periodo? Purtroppo pagano i tifosi".

SU BARELLA: "Andrà all'Inter, siamo ai dettagli di una trattativa molto lunga. Si tratta di capire solo quali sono le contropartite che andranno al Cagliari".

SULL'INTER: "Credo che alla fine del mercato sarà l'anti-Juve. Sta facendo un lavoro, anche sotterraneo, che porti agli obiettivi concordati con Conte"