Paganin: "Non penso che la Juve parta forte come l'anno scorso"

02-07-2019 10:09 -

Così Massimo Paganin, ex difensore nerazzurro, al 'Buongiorno Sportiva':

SULL'INTER: Sta lavorando nel modo giusto, vedremo i rinforzi a centrocampo e gli esterni d'attacco. La cosa importante è la mentalità che porterà Conte per accorciare il gap con le squadre davanti.

DZEKO O LUKAKU?: Punterei su Lukaku se non altro per questioni di età e gol. Fisicamente ricorda un po' Dzeko, quindi le caratteristiche sono simili, ma prima c'è il nodo Icardi.

SU LAUTARO: Potrebbe essere sacrificato per prendere 1-2 giocatori in ruoli più chiave, soprattutto per dare qualità a centrocampo. Ci vuole esperienza e carisma, un po' come Godin in difesa.

SU SENSI: Gioca come play davanti la difesa e andrebbe in concorrenza con Brozovic. L'Inter comunque si rinforzerebbe, servono anche giocatori per dare un cambio ai titolari.

SU BARELLA: E' giovane, è una mezz'ala, nel nostro mercato è appetito da tutte le squadre perché è un giocatore esperto ed ha margini di miglioramento.

SULLA JUVE: L'anno scorso ha fatto un campionato straordinario, soprattutto nella prima parte. Forse non riuscirà a partire come l'anno scorso e Inter e Napoli potrebbero approfittarne.