Scariolo: "Titolo NBA momento indescrivibile. Melli? Pelicans squadra giusta per lui"

02-07-2019 15:33 -

Sergio Scariolo, assistant coach dei Toronto Raptors e c.t. della Spagna, ha parlato a Radio Sportiva: "Titolo NBA? Momento indescrivibile, importante come tutte le vittorie, ma con una ripercussione più ampia per la dimensione del successo. Durante i playoff c'è stata la sensazione di aver avuto un intero paese dietro che ci sosteneva, infatti ci sono stati grandi festeggiamenti in città. Toronto è una città con grande vocazione cosmopolita, sono stato impressionato dai tanti italiani presenti durante la nostra parata in città.

Golden State? Non si vince per caso e ce lo hanno insegnato non solo quando hanno trionfato, ma anche quando non sono riusciti a farlo come quest'anno. Durant ai Nets? Sicuramente Brooklyn sarà una minaccia per arrivare in finale ad Est, però KD starà fuori nel prossimo anno, quindi non so se saranno una serie pretendente per il titolo. In NBA c'è la dicotomia tra chi vuole vincere oggi e chi vuole vincere domani, questo determina le scelte nella formazione dei roster e anche in campo.

Niccolò Melli ai Pelicans? Sono molto contento per lui, è un ragazzo a cui sono affezionato, mi ha fatto piacere vederlo crescere in questi anni. È il momento giusto per il salto, è andato nella squadra giusta, può trovare il suo spazio. Ettore Messina all'Olimpia Milano? Le scelte sono personali, non vanno discusse ma, da amico, incoraggiate. È una grande opportunità per lui, per il club e per la pallacanestro italiana. Mondiali? Cercheremo di onorare l'impegno per guadagnarci la partecipazione alle Olimpiadi di Tokyo".

Poi, ha aggiunto sull'Inter, squadra del suo cuore: "Scudetto al primo anno con Conte? La distanza con la Juventus dovrebbe restare consistente. C'è tanto entusiasmo, ma le cose non si creano dalla notte al giorno. Finora sul mercato si sta muovendo in maniera intelligente, non solo per stupire".