Panatta: "Fognini non può buttare via una partita perché gioca in un campo secondario"

09-07-2019 13:44 -

Lo storico ex tennista azzurro, Adriano Panatta, è intervenuto in diretta a Sportiva per commentare i risultati degli italiani a Wimbledon.

SU BERRETTINI: "Quella cosa che è successa a lui ieri è successa a tutti: può capitare, era emozionato e non è riuscito a mettere insieme le cose. Gli ho scritto anche un messaggio stamattina: 'non ti preoccupare, è capitato anche a me, vai avanti per la tua strada e basta'. E' un giocatore molto moderno, anche da un punto di vista morfologico, serve molto bene, ha un bel dritto, è entrato nei primi 20, vediamo se riuscirà a entrare nei primi 10. Se lo dice anche Federer, vuol dire che forse non ho sbagliato".

SU FOGNINI: "Non può capitare di perdere la testa, perché ha 30 anni e giocava contro un giocatore mediocre. Non ha un equilibrio mentale stabile: non si butta via una partita perché ti mettono in un campo secondario, bisogna saper giocare anche lì. Ha una mano tra le migliori del mondo, sa fare tutto, gli manca forse solo un po' il servizio devastante, ma purtroppo certe volte non riesce a stare in campo in una certa maniera".

SUGLI ALTRI ITALIANI: "Mi parlano molto bene di Sinner, anche dal punto di vista mentale, sembra che sia molto maturo, ma io l'ho visto giocare solo su YouTube. Cecchinato dopo la semifinale del Roland Garros si è un po' perso, vediamo se riesce a tornare a certi livelli. Sonego ha talento ed è maturo".