Sabatini: "Icardi? Da valere 100 milioni, ora ne vale 40-50"

15-07-2019 11:02 -

Questi i principali temi trattati da Sandro Sabatini nel 'Microfono Aperto'

SULL'INTER: Lugano-Inter? Partita che non contava nulla, io ieri guardavo Djokovic-Federer. L'Inter la stanno costruendo bene ma c'è queste incognite sull'attacco. Vanno rimpiazzati i gol di Icardi e non sarà facile. Incomprensibile infatti è la gestione di tutta la sua vicenda. La società si è veramente impegnata per far crollare le sue quotazioni. Con tutto il casino che è successo da valere 100 milioni ora ne vale 40-50.

SUL MILAN: Molti tifosi fanno confusione tra gioco e giocatori. Nel calcio la componente giocatori è fondamentale, perché l'allenatore dipende molto dalle loro qualità.

SU BALOTELLI: C'è molto ipocrisia su chi solleva certe situazioni. E' colpa di chi diffonde le immagini e chi gli da successo. Non diamo sempre colpa ai giornalisti, spesso e volentieri assecondano quello che la gente vuole. In quel gesto c'è mancanza di rispetto verso i soldi, il mare, la natura, tutto. Non è un esempio, ma ci vuole una via di mezzo nel far vedere i suoi gol e le sue balotellate. Firenze sarebbe l'ideale per lui perché è l'unica piazza in cui le balotellate sarebbero chiamate 'bischerate'. Dipende da lui se ha ancora voglia di giocare a calcio o no.

SULLA JUVE: E' più forte dell'anno scorso e la corsa per la Champions è aumentata con De Ligt e Ramsey. In Campionato è la squadra nettamente più forte, ma in Champions può succedere di tutto. Sarri ha una bella responsabilità.

SUL NAPOLI: Rodriguez alla fine secondo me arriverà, ma Lozano e Icardi sono altri nomi da tenere sotto controllo.

SU SARRI: A parlare solo di gioco si naviga a vista nel campo dei gusti e della soggettività, perché il gioco deve tradursi in risultati. Ha nelle mani la Juve più forte degli ultimi anni ed ha le potenzialità per fare molto bene, ma ha bisogno della pazienza dei tifosi e del supporto della società.

SU FEDERER: Ieri partita bellissima, non so come faccia a giocare così a 38 anni. Ha una passione smisurata e si diverte.

SUI GIOCATORI PIU' FORTI IN ITALIA: Il portiere piu forte è Donnarumma, il difensore Chiellini, l'attaccante Ronaldo, sul centrocampista invece non saprei.