Longhi: "Parole di Commisso contro la Juve ingenue, da neofita"

26-07-2019 11:04 -

Così Bruno Longhi nel 'Microfono Aperto':

SUI DIFENSORI: Come dicono i saggi, una squadra forte si costruisce da una difesa forte. Una volta che hai trovato la combinazione giusta diventa difficile e negativo privarsi di un difensore importante.

SU ICARDI: Chi ha seguito le vicende ha capito che i comportamenti suoi e di Wanda sono tali di aver messo in condizione l'Inter di metterlo fuori rosa.

SU CORREA: E' un giocatore forte e può essere la seconda punta del Milan, per caratteristiche si integrerebbe bene con Piatek. Però costa. Non credo che il Milan cerchi Nainggolan.

SULL'INTER: Rakitic? Sembra sempre che arrivi e poi c'è la smentita. L'Inter prima deve vendere perché ha diversi centrocampisti in esubero. Lukaku? Sono molto scettico che arrivi viste le spese sostenute per Conte e la possibile perdita di valore di Icardi.

SU COMMISSO: In modo ingenuo ha parlato della Juve come parlano i tifosi per strada, ma nel nostro calcio basta una mezza parola per scatenare il tifo a favore o contro. E' stata un'esternazione da neofita.

SU SARRI E CONTE: Sono 2 fuoriclasse. Sarri sta cercando di far giocare la Juve a sua immagine e somiglianza. Conte sta plasmando l'Inter e nella partita di 2 giorni fa ha bloccato la Juve, con ripartenze palla al piede.

SU TARE: Non so cosa faccia di notte, forse guarda video di tutte le partite. Scopre giocatori veramente forti, è un talent scout che ci vede molto bene.

SU ALLEGRI E MOURINHO: Allegri non ha la smania di rientrare subito, tant'è vero che si è preso un anno sabbatico. Questa voglia di tornare invece ce l'ha Mourinho.

SUL CAGLIARI: I giocatori forti sono tanti, di quantità e qualità. Tutto lascia prevedere che, con il buon senso e l'abilità di Maran, il Cagliari possa giocarsi un buon campionato.

SU DANIEL MALDINI: Un predestinato perché è forte e di lui si sentirà parlare. La 'Maldinità' continua nel Milan e il Milan continua nel segno del nome 'Maldini'.