Biasin: "La Juventus su Lukaku mi sembra una grande bugia"

29-07-2019 14:09 -

Fabrizio Biasin è intervenuto in diretta a Sportiva per rispondere alle domande degli ascoltatori in "Microfono Aperto".

SUL MILAN: "Non immaginavo una rivoluzione di questo genere, fatta in funzione del nuovo tecnico. Maldini e Boban dovranno essere bravi anche nelle uscite, riuscendo a guadagnare più di quello che stanno facendo al momento".

SULLE TROPPE SPESE NEL CALCIO: "La sensazione è che si stia andando verso un limite: ci sono 3-4 procuratori che gestiscono il calcio e questa cosa non può durare".

SULL'INTER: "Quando prendi Conte non esiste anno zero. Se negli ultimi due anni sei riuscito a qualificarti alla Champions League, con Antonio Conte devi fare qualcosa in più, che non significa vincere, ma almeno dare fastidio alla Juventus".

SU LUKAKU: "Mi sembra una grande bugia. Capisco perfettamente la strategia della Juve e la trovo assolutamente legittima: se ritengo che l'Inter possa essere un competitor per lo scudetto, provo a dare fastidio. Adesso va su Lukaku per stanare l'Inter".

SUL NAPOLI: "Penso che De Laurentiis voglia certamente portare a casa uno dei tre tra James, Icardi e Pépé e credo che uno di questi arriverà. Io sarei fiducioso".

SUL CAGLIARI: "Non è impossibile vedere Nainggolan e Defrel a Cagliari, perché Giulini sta lavorando molto bene. E' difficile, perché hanno ingaggi molto alti, ma uno dei due potrebbe arrivare".

SU ICARDI: "Paratici e Giuntoli stanno portando avanti un corteggiamento molto marcato con Wanda Nara, dopo di che bisognerà fare i conti con l'Inter. E' veramente difficile capire come andrà a finire. Il fatto che Icardi torni ad allenarsi coi compagni, è conseguenza del fatto che non si è mosso veramente nulla: è vero che non farà più parte del gruppo Inter, ma pure che ovunque andrà dovrà farsi trovare in condizione".

SULLA CESSIONE DI CUTRONE: "Secondo me non sarà mai un attaccante di primissimo piano, però aveva determinate caratteristiche e la possibilità di crescere: non sarà un altro Paloschi. Secondo me però il Milan doveva riuscire a monetizzare un po' di più, perché quella cifra lì sul mercato inglese è veramente bassa".

SUL CALENDARIO DELL'INTER: "Per la prima mi gioco il Sassuolo, per Natale la Lazio: sono due grandi classici"