De Canio: "Cutrone? Il Milan deve tornare grande, difficile scommettere su un giovane"

01-08-2019 15:12 -

Il tecnico Gigi De Canio è intervenuto in diretta a Sportiva per commentare le vicende principali delle squadre italiane.

SU DYBALA: "Non è il caso di mettere in difficoltà l'allenatore: il giocatore deve interrogare se stesso e capire se si sente di dare il suo contributo o se si sente tagliato fuori dalle scelte della società. L'allenatore può dire poco in queste circostanze, non può dare garanzie a nessuno"

SU KEAN E CUTRONE IN PREMIER LEAGUE: "Cutrone è un giocatore del Milan, che ha necessità di tornare a essere grande, quindi è difficile scommettere subito su un giovane, di cui non si sa che garanzie possa dare. Stesso discorso per Kean, in una Juventus che ha necessità di vincere sempre e di puntare a questa benedetta Champions. Sono entrambe operazioni che ci possono assolutamente stare".

SUI NUOVI ALLENATORI: "Sono particolarmente contento dell'opportunità che ha Marco Giampaolo: è uno dei più bravi e preparati, ha avuto un percorso difficile, era finito anche in Serie C, ma si è ripreso e merita questa opportunità, perché ha idee e competenza".

SUL NAPOLI: "Ancelotti ha già fatto un grande lavoro l'anno scorso, arrivando secondo con una squadra che era accreditata di un quinto sesto/posto, dovuto al fatto che i big potessero avere un calo mentale. E' uno dei migliori al mondo in assoluto e credo che quest'anno, se riusciranno ad ascoltare i suoi consigli, il Napoli potrà fare ancora meglio".

SU ICARDI: "Napoli sarebbe la piazza giusta, perché gli argentini lì hanno sempre fatto bene. Poi, sarebbe anche il tipo di attaccante perfetto per quella squadra: un finalizzatore come lui si troverebbe davvero bene".