Bucchioni: "Lukaku, può succedere ancora tutto. Possibilità alte di vedere Dzeko all'Inter"

03-08-2019 16:53 -

Enzo Bucchioni, opinionista di Sportiva, ha risposto alle domande degli ascoltatori durante il "Microfono Aperto".

SU MANDZUKIC: "Sotto il profilo della dedizione è stato straordinario in questi anni juventini. E' un giocatore, però, che sta a fatica nel calcio di Sarri, l'allenatore bianconero chiede giocatori più tecnici".

SU DYBALA E DZEKO ALL'INTER: "Su Dzeko le possibilità sono tante, si tratta di dare alla Roma quello che chiede. E' un giocatore che va in scadenza l'anno prossimo, credo si possa trovare una via di mezzo tra i 20 chiesti ed i 10 offerti. Su Dybala il discorso è un po' più complicato. La Juventus vorrebbe darlo al Manchester, ma il giocatore chiede uno stipendio alto. Mi sembra tutto complicato, anche un suo passaggio all'Inter. Scommetterei più sull'acquisto da parte dei nerazzurri del bosniaco".

SUL CAGLIARI: "E' una società virtuosa che negli ultimi anni ha fatto gli acquisti giusti. Sta crescendo e quest'anno ha aumentato il fatturato vendendo Barella. Se continuerà ad essere gestito così bene potrà rimanere stabilmente nella parte sinistra della classifica. Sta attraversando un periodo di assoluta positività, merito di Giulini e del suo staff. Sono stati bravi anche a far lavorare Maran".

SULLE STRATEGIE DI MERCATO: "La Juventus è avanti in tutto, ha iniziato a fare bene calcio ormai da 10 anni entrando in un circuito virtuoso che li ha portati dove sono oggi. L'Inter è ancora una società che ha delle problematiche, nel 2013 sarebbe fallita se non fosse arrivato Tohir. La proprietà attuale è arrivata 2 anni fa, c'è ancora da ricostruire per riportare la squadra a livelli competitivi. A Marotta serve tempo. Nainggolan era un'operazione da non fare e la vicenda Icardi si doveva gestire diversamente. Facendo le cose per bene il gap si può ridurre, lo spera il calcio italiano perché il nostro campionato non ha più appeal con lo strapotere della Juventus".

SU LUKAKU: "La Juventus lo sta trattando ed ha offerto Dybala in cambio. Non so come andrà a finire, hanno tempo fino all'otto agosto, poi il mercato inglese chiuderà. Il giocatore aveva parlato con Conte e all'inizio di questa storia sembrava fortemente indirizzato verso l'Inter, a questo punto mi lascio aperte tutte le possibilità perché nel calcio ne abbiamo viste tante di situazioni simili".

SULLA ROMA: "I piani della Roma sono abbastanza chiari: vogliono l'argentino. Stanno provando a convincerlo perché al momento il giocatore non è convinto della meta. Magari si può lavorare con premi e buonuscita. Schick è fuori dai piani dei giallorossi, mentre Dzeko non si muove perché non ci sono alternative sicure al momento".

SU DOUGLAS COSTA: "Rientra pienamente nei piani di Sarri. Ha qualità tecniche straordinarie, può imparare ad aggredire la palla andando a fare il recupero in zone molto alte del campo".

SU RUGANI ALLA FIORENTINA: "Certi giocatori, in questo momento, sono fuori dalla portata dei viola. La Fiorentina è in piena ricostruzione, Commisso vuole spendere ma è frenato dal fair play finanziario. Rugani non è mai affermato fino in fondo in questi anni, magari la prossima sarà la stagione del suo rilancio. In difesa la Juventus ha anche De Ligt e Demiral, la concorrenza è aumentata".

SU CANCELO: "Ha grande mercato, la Juventus ha la possibilità di fare una plusvalenza e di prendere un buon giocatore come Danilo. La Juventus, come tutte le altre società, deve equilibrare i conti. Cancelo deve migliorare la fase difensiva ma con le qualità tecniche che ha può imparare a farla".

SUL MODELLO JUVENTUS: "A volte sento critiche assurde, il modello Juventus va imitato. E' quella la strada".