Biasin: "Lukaku e Dzeko? Vedo Marotta molto sereno..."

05-08-2019 14:39 -

Fabrizio Biasin è intervenuto in diretta a Sportiva per rispondere alle domande degli ascoltatori in "Microfono Aperto".

SULLE NOTIZIE DI MERCATO: "Il moderno giornalismo esige una notizia o pseudo tale tutti i giorni. Siamo arrivati a questo punto e difficilmente si riuscirà a tornare indietro perché siamo affamati di balle".

SU GASTON RAMIREZ: "Di Francesco ha una visione di calcio molto particolare. Probabilmente si cercherà una soluzione, Gaston Ramirez non mi sembra un giocatore che possa modellarsi sugli schemi del tecnico".

SULLE NUOVE MAGLIE: "Le nuove maglie? C'è la tendenza a cambiare sempre, perché probabilmente questo genera introiti. Quindi, sono arrivato alla considerazione che diventano belle solo se ti fanno vincere qualcosa".

SU PINAMONTI: "L'Inter per questioni di bilancio ha sempre necessità di fare plusvalenze e un giocatore come lui ti permette di sistemare le cose. Pare che ci sia una sorta di patto con il Genoa per pareggiare, in futuro, eventuali offerte di altri club"

SU LUKAKU E DZEKO: "In questo momento l'Inter è in ritardo sulle punte, ma questo è il modo di operare di Marotta. A fine mercato vedremo se avrà avuto ragione, ma io lo vedo molto sereno e con le idee molto chiare. Non credo che Conte faccia dei secondi nomi e qualunque altro giocatore sarebbe un piano B non visto bene dal tecnico".

SU ICARDI: "Da un punto di vista logico un reintegro avrebbe molto senso, ma è inutile parlarne oggi. L'Inter non ha in mente questa cosa. Bisogna trovare una soluzione che vada bene a tutti. Io spero solo che non si vada a rinfrozare una diretta avversaria".

SU POLITANO: "E' triste e mi spiace molto, perché l'anno scorso ha fatto molto bene il suo dovere e si è impegnato. Me lo immagino da qualche altra parte, mi sembra di capire che possa essere una pedina di scambio in qualche operazione".

SULLA LAZIO: "E' sempre trattata malissimo dai media, ma la verità è che va avanti con un allenatore confermato, con un gruppo confermato e integrato con giocatori che non conosciamo: Tare e Lotito sanno fare molto bene il proprio lavoro".

SULLE COMMISSIONI PER DE LIGT: "Le commissioni? Purtroppo al giorno d'oggi questi agenti maledetti si prendono una grande fetta dell'affare e non possiamo fare a meno. Le paga la società che compra e sono tutti soldi che finiscono nelle tasche di questi signori che fanno una meravigliosa vita".

SU SCHONE AL GENOA: "E' un grande acquisto, ma il tifoso del Genoa deve augurarsi che i suoi giocatori siano forti ma non fortissimi, perché altrimenti partono a gennaio. Questo è insopportabile, il tifoso del Genoa non può vivere su mezze stagioni".

SUL TORINO: "Storicamente negli ultimi 10 anni quando un'italiana affronta un'inglese sono cavoli nostri. Bisogna stare molto attenti, ma il Torino ha un impianto molto solido".