Mangia: "Curioso di vedere il Milan, Juve davanti a tutti. Saponara? Mancata la fiducia"

06-08-2019 09:55 -

L'allenatore Devis Mangia ha parlato a Sportiva commentando l'attualità del nostro campionato e non solo.

SULL'ESPERIENZA IN ROMANIA: "E' stata molto positiva, sia sportivamente che economicamente per il club".

SUI TEMPI DEL MERCATO IN RELAZIONE ALLE ESIGENZE DEGLI ALLENATORI: "Se ne parla tanto ma alla fine il tecnico si deve adeguare alla situazione".

SUL TECNICO CHE BATTE I PUGNI: "Dipende dal carattere di ciascuno e dalle situazioni interne, è difficile valutare. Ognuno la gestisce mediaticamente come lo ritiene più opportuno".

SULLA JUVE E LE AVVERSARIE: "La Juve ha cambiato tanto, ci sarà da lavorare molto per apprendere i nuovi concetti. Se guardiamo le rose, però, è normale che i bianconeri siano davanti a tutti. Hanno vinto sempre negli ultimi otto anni...".

SU ALLEGRI E SARRI: "Non dobbiamo mai scordarsi che Allegri ha vinto tanti scudetti. Il cambio sulla panchina della Juve porterà a dei cambi anche nei metodi di lavoro, se i bianconeri hanno fatto questa scelta significa che hanno ritenuto fosse la scelta migliore da fare in questo momento".

SULLA SQUADRA SORPRESA: "Sono curioso di vedere il Milan, è arrivato un allenatore con delle idee importanti. Alle sue spalle ci sono uomini di calcio altrettanto importanti. Sono sicuro che Inter e Napoli faranno una grande stagione. L'Atalanta, invece, ormai è diventata una certezza".

SU SUSO: "L'importante è che convinca Giampaolo, è difficile fare delle valutazioni dall'esterno".

SU SAPONARA: "Forse non è riuscito a trovare la dimensione giusta, ha bisogno di un po' di fiducia e continuità in campo. I mezzi tecnici, per quello che ho visto io, sono veramente importanti".