Meneghin: "Italbasket può essere la 'banda bassotti' del Mondiale"

08-08-2019 13:29 -

La leggenda del basket azzurro Dino Meneghin è intervenuto durante "Passione Sportiva".

SUL PERCOSSO DI AVVICINAMENTO AD UNA GRANDE RASSEGNA: "Questo è un periodo di preparazione sia tecnica che atletica. I prossimi allenamenti e le prossime partite serviranno per arrivare al meglio al Mondiale. E' normale che ci possano essere anche delle gare negative".

SULLA PREPARAZIONE: "Il periodo estivo è delicato, ci possono essere dei problemi fisici durante la preparazione. I giocatori devono capire il tipo di gioco che vuole coach Sacchetti".

SU GALLINARI E BELINELLI: "Bisogna capire come il primo avrà recuperato dalla recente orazione di appendicite, mentre per Belinelli è solo questione di tempo prima che riesca a recuperare la forma migliore".

SUL VALORE DELL'ITALIA: "Siamo una squadra da combattimento, quasi come la banda bassotti. La lotta ai rimbalzi dovrà essere distribuita tra tutti i giocatori. Nel perimetro servono giocatori col fuoco negli occhi".

SUI TAGLI: "Li farà con la morte nel cuore perché anche lui è stato giocatore e si sa cosa si prova".

SU MELLI NEGLI USA: "Sono contento per lui perché può coronare il sogno più grande di ogni giocatore di basket, giocare nella Nba. Può far vedere le sue qualità anche lì, ma deve avere pazienza e voglia di sacrificarsi. In Nba non perdonano, se sbagli 2-3 partite finisci in fondo alla panchina".