Agresti: "Juve deve cedere a tutti i costi. Lazio da Champions, viola su Ribery e De Paul"

16-08-2019 10:27 -

Il direttore editoriale di calciomercato.com, Stefano Agresti, ha risposto alle domande degli ascoltatori di Sportiva durante il "Microfono Aperto".

SULLA JUVE CHE NON RIESCE A CEDERE GLI ESUBERI: "Dovrebbe di conseguenza escludere alcuni giocatori dalla Champions. A gennaio, poi, vediamo, perché non è facile cedere giocatori che guadagnano certe cifre durante la finestra invernale. La Juve deve cedere a tutti i costi adesso, altrimenti la situazione diventa complicata per Paratici".

SU MILIK ALL'INTER: "Lo vedo bene da tutte le parti perché per me è un attaccante con grandi qualità. Il problema è che il suo costo è alto e l'Inter, per il secondo attaccante, ha un budget limitato. il suo valore supera i 50 milioni di euro, se si pensa che è stato pagato 40 dal Napoli".

SU MODRIC AL MILAN: "L'ipotesi è suggestiva, ma non ci ho mai creduto. E' una pista che è sempre stata molto complicata a causa dello stipendio del giocatore e della mancata partecipazione del Milan alle coppe europee".

SUL DOMINO DEGLI ATTACCANTI: "Si sta aspettando da tempo ma alla fine l'unico attaccante che si è mosso è Lukaku. Juventus, Roma e Napoli hanno abbondanza in attacco, mentre l'Inter avrebbe bisogno di qualcosa là davanti. La Juventus vuol provare a vendere almeno due tra Higuain, Mandzukic e Dybala per provare l'assalto a Icardi. Se non dovesse farcela, rimarrebbero le opzioni Roma e Napoli per Maurito".

SUL MILAN: "Quello rossonero mi sembra un organico difficilmente competitivo per la parte alta del campionato. Il Milan, a mio avviso, può lottare per il quarto posto, ha il vantaggio di non partecipare alle coppe europee. Giampaolo fa giocare molto bene le sue squadre ma deve dimostrare di essere un allenatore da grande club, tutte le partite diventano degli esami quando ci si confronta con San Siro. Se non ci saranno delle partenze a sorpresa, la sensazione è che il Milan possa rimanere anche così".

SU ICARDI E HIGUAIN: "Icardi rappresenta un'opportunità di mercato interessante per i bianconeri, anche se la situazione di sovrabbondanza in attacco blocca tutto. Higuain è un grande centravanti ma bisogna considerare la differenza di età".

SU DE PAUL E RIBERY ALLA FIORENTINA: "Sono due trattative vere ma entrambe complicate. De Paul ha una valutazione alta, ha grande talento ma va verificata ad un livello più alto dell'Udinese. Il problema di Ribery, al di là della richiesta d'ingaggio importante, è che la concorrenza è forte. Ci sono altri club europei su di lui, non è facile convincere. La Fiorentina aveva pensato anche a Suso ma la sensazione è che lo spagnolo possa restare al Milan fino al termine della stagione. Balotelli, invece, è un nome che i viola non hanno mai presto veramente in considerazione".

SU PIATEK: "E' nella mia lista del fantacalcio, credo che Giampaolo possa farlo segnare molto come ha fatto con Quagliarella. Avere dubbi su di lui a causa di qualche difficoltà estiva credo sia sbagliato".

SU RONALDO E DYBALA: "CR7 può far fare il salto qualità alla Juve in Champions, mentre Dybala ha dimostrato dei limiti da un punto di vista caratteriale".

SUL LECCE: "Ha fatto un mercato importante, credo che stia cercando di portare anche un grande nome per scaldare la piazza. Adebayor sarebbe un'incognita perché non si sa quanto possa dare ancora nella sua carriera".

SU BIRAGHI: "E' un giocatore che interessa all'Inter ma non è facile arrivarci perché lo scambio con Dalbert non è stato preso in considerazione dalla Fiorentina".

SU MILINKOVIC-SAVIC: "Conte vede di buon occhio l'inserimento di un giocatore a centrocampo con caratteristiche diverse rispetto ai giocatori già in rosa. Vidal può essere un nome. Milinkovic-Savic è un'operazione molto complicata, i nerazzurri dovrebbero piazzare una cessione pesante prima di provarci".

SULLE CESSIONI DELLA JUVE: "Pellegrini andrà in prestito al Cagliari, Pjaca è infortunato e potrebbe restare fino a gennaio. Con il mercato inglese chiuso è difficile trovare club che possano soddisfare Mandzukic, Dybala e Matuidi a livello economico e sportivo".

SU LOZANO: "E' tutto fatto, il Psv è rassegnato a perderlo".

SU COSA MANCA ALLA LAZIO PER PUNTARE ALLA CHAMPIONS: "Credo niente. Se resta Milinkovic, ad oggi, scommetterei un euro sui biancocelesti al quarto posto. Sono la squadra più collaudata, è arrivato Lazzari che si inserisce alla perfezione. In questo momento li vedo avanti a Roma, Milan e Atalanta".

SUI GIOVANI CHE POSSONO SORPRENDERE: "Seguiamo Sottil, in questo pre campionato mi ha dato l'idea che possa ripetere l'exploit di Chiesa, anche se sono giocatori diversi. Seguo con grande attenzione anche Pellegrini della Juve, se giocherà con continuità a Cagliari potrà diventare un giocatore molto interessante. Ci stiamo innamorando tutti di Sabastiano Esposito, ma è molto giovane e non so se riuscirà a trovare spazio nell'Inter".