Venerato: "In Italia c'è una condizione psicologica arbitrale che spesso porta ad aiutare le grandi"

26-08-2019 14:07 -

Ciro Venerato è intervenuto in diretta a Sportiva per rispondere alle domande degli ascoltatori in "Microfono Aperto".

SU ICARDI: "Al 90% quello che ha detto Wanda è realistico, ma sulla risposta in chiave juventina è stata meno diplomatica, perché le cose non stanno come ha detto: lei qualche mese fa ha parlato con la Juve e ha dato disponibilità, ma Paratici non gli ha mai garantito nulla. La verità quindi è che Icardi ha detto no a tutti tranne che alla Juventus".

SUL MILAN: "Giampaolo ha capito che forse l'abito del 4-3-1-2 non è il massimo e come fece Sarri quattro anni fa a Napoli, anche Giampaolo tornerà presto al 4-3-3 per esaltare le caratteristiche dei giocatori più importanti, come Suso e Piatek".

SU NKOULOU: "Difficilmente si muoverà, a meno che non arrivi un'offerta irrinunciabile. Petrachi più che su Nkoulou in questo momento sta lavorando su Lovren, perché credo che non sia convinto di Rugani. I rapporti tra Petrachi e Cairo sono un po' quelli che ci sono tra Marotta e Paratici, quindi difficilmente si fanno affari quando c'è un clima simile"

SULL'INTER: "Spera di poter annunciare tra martedì e mercoledì Sanchez e Biraghi. L'Inter può arrivare a offire 5-5,5 milioni di stipendio, anche Sanchez dovrà metterci qualcosa di suo. L'Inter, però, non sapendo come finirà, qualche giorno fa ha bloccato Llorente. Se tra stanotte e domani Sanchez andrà all'Inter, il Napoli definirà l'accordo con Llorente. Per Biraghi e Dalbert siamo ormai ai titoli di coda: il brasiliano ha capito che il Nizza non lo prende e la Fiorentina ha usato argomenti economici e tecnici per convincerlo".

SUGLI ERRORI DI FIORENTINA-NAPOLI: "Se uno dovesse pensare che gli arbitri indirizzino il campionato, può tranquillamente occuparsi di hockey su prato. L'unica cosa è che in Italia, al contrario dell'estero, c'è una condizione psicologica arbitrale che spesso porta ad aiutare le grandi per una sorta di prestigio. Detto questo, un arbitro può tranquillamente sbagliare".

SU KEITA BALDE': "Non mi risultano spunti particolari sul giocatore, credo che in attacco l'Inter chiuderà il mercato con Sanchez".

SUL VAR: "Maggior trasparenza c'è, minor polemiche esistono. Bisognerebbe rendere pubbliche le comunicazioni tra il Var e il direttore di gara e sarebbe splendido intervistare gli arbitri, se non a fine partita, nell'arco della settimana".

SU DYBALA: "Ho sempre detto che non mi sembra apicale nel progetto bianconero, perché nel 4-3-3 vicino a Cristiano Ronaldo la Juventus cerca una punta vera. Tre settimane fa era stato venduto al Manchester United, quindi io mi sarei sorpreso se avesse giocato titolare a Parma".

SU DE PAUL ALLA FIORENTINA: "Trattativa reale, in corso, ma non ancora definita. Anzi, ad oggi non c'è ancora l'accordo né sui soldi né sulle contropartite tecniche, che sono legate a troppe variabili".