Longhi: "Candreva tarantolato. Sensi? Oriali mi ha detto che potrebbe giocare nel Barcellona"

26-08-2019 20:50 -

Il giornalista Bruno Longhi ha commentato a Sportiva il primo tempo di Inter-Lecce, terminato con il parziale di 2-0 a favore dei nerazzurri.

SULLA OCCASIONE INIZIALE FALLITA DA MARTINEZ: "L'ha vista al momento giusto ma ha schiacciato troppo la palla. Può succedere, anche se è stata una grande occasione. Anche il Lecce ne ha avuta una con Lapadula".

SULLA GARA: "L'Inter ha applicato i dettami di Conte in maniera diligente, soprattutto sulle fasce. Nei primi minuti, per i nerazzurri, è stata una partita meno facile del previsto perché il Lecce ha giocato con autorità, divertendosi. Poi le cose sono migliorate dopo la rete di Brozovic. Non prendiamo per oro colato questi primi minuti di campionato, ma è comunque sempre meglio partire bene".

SUI SINGOLI: "Un'annotazione che si può fare è che sta emergendo la personalità di Sensi. Buona anche la gara di Candreva, si dimostrato autorevole. Lukaku deve essere servito un po' di più".

SU BROZOVIC: "Fino ad al gol aveva tentato di tessere la tela come tutti gli altri, poi ha disegnato una traiettoria imprendibile".

SU CANDREVA: "Sta sentendo la fiducia di Conte, mi sembra tarantolato dopo che più di una volta era stato criticato nella passata stagione".

SU LIVERANI: "Sta facendo giocare il Lecce secondo gli stessi schemi della passata stagione. Vuole rendere la vita difficile all'Inter con i tre attaccanti là davanti ma la maggiore caratura tecnica dei nerazzurri sta venendo fuori".

SULLA RETE DI SENSI: "Si è presentato nel migliore dei modi a San Siro. Oriali mi ha detto che si è presentato con grande personalità e che per le sue caratteristiche potrebbe giocare anche nel Barcellona".