Lucarelli: "Ora un difensore in area è come un ippopotamo in una cristalleria"

27-08-2019 17:08 -

Cristiano Lucarelli è intervenuto in diretta a Sportiva per rispondere alle domande degli ascoltatori in "Microfono Aperto".

SULLA CESSIONE DELLA SAMPDORIA: "Al di là di come la si pensi sul folklore del personaggio e di qualche frase infelice nei confronti di piazza e tifosi, dal punto di vista tecnico il lavoro di Ferrero è stato positivo".

SULLA JUVENTUS: "L'ho vista dal vivo e di Sarri non si è visto molto a Parma. Tatticamente era una partita difficilissima e quello della Juventus è parso più un 4-4-2 che non un 4-3-3 puro come eravamo abituati a vedere con Sarri. Mi è parso che da parte di Higuain e Cristiano Ronaldo ci sia la voglia di giocare insieme così come chiede Sarri".

SULL'INTER: "C'è un entusiasmo incredibile, è migliorata tantissimo e si pone, insieme a Napoli e Juventus, come una delle favorite per il campionato. Ho visto una carica e una partecipazione diversa, non hanno gestito e questi sono segnali della mano di Conte. Sembra una squadra e non 11 singoli come negli ultimi anni avevamo visto".

SULLO SCAMBIO ICARDI-DYBALA: "Non ci rimetterebbero entrambe le squadre e questo sarebbe un buon punto di partenza. Dybala all'Inter lo vedrei molto bene, però non so se la Juventus possa avere convenienza nel togliersi un ragazzo sul quale ha investito e che prima o poi esploderà per prendersi un giocatore che dal punto di vista della gestione sua e della moglie non credo sia compatibile con l'ambiente della Juventus".

SU LLORENTE AL NAPOLI: "Probabilmente potrebbe servire negli ultimi minuti delle partite per ssbloccare o andare a riprendere il risultato. Ha la sua utilità, ma Icardi per caratteristiche farebbe comodo al Napoli".

SUI FALLI DI MANO: "Adesso in area di rigore è come essere ippopotami dentro una cristalleria. Una volta andavi anche con più decisione sulla palla, adesso devi stare attento. Fischiare un rigore come quello dato al Brescia a Cagliari vuol dire potenzialmente fischiare 5/6 rigori a partita. A questo punto può diventare un tiro al bersaglio cercando le mani dei difensori".

SUL MILAN: "Si è fatta una scelta importante perché Giampaolo è molto quotato. Il Milan deve o intervenire sul mercato per poter supportare il modulo dell'allenatore o quest'ultimo deve fare un passo indietro. L'esperimento di Castillejo come senconda punta non ha convinto".