Biasin: "Mercato Juve? Buone cose all'inizio, poi si è incartata..."

29-08-2019 10:29 -

Fabrizio Biasin è intervenuto in diretta a Sportiva per rispondere alle domande degli ascoltatori in "Microfono Aperto".

SU NKOULOU: "Ci sono le ragioni della disciplina, ma non bisogna perdere il patrimonio. La situazione è molto brutta, perché il mercato sta per chiudere, ma in qualche modo va risolta".

SU ICARDI: "Credo che non vedremo più Icardi con la maglia dell'Inter e bisogna capire se lui si convincerà ad andare via. In questo momento mi pare proprio di no. La società è stata chiara: il giocatore non fa parte del progetto, se anche dovesse restare potrà giocare 10 minuti da qualche parte, ma non avrà senso. Sono convinto che ormai l'Inter abbia preso la sua decisione e non tornerà indietro. Per quanto riguarda lo scambio con Dybala, consegnare il due volte capocannoniere della Serie A alla Juventus non è una cosa buona, mentre la Joya a Milano potrebbe fare a Milano ottime cose. Nel complesso, però, anche per come si sono messe le cose tra le due società, non credo che ci sia lo spazio per fare questa operazione".

SULLA LISTA CHAMPIONS DELLA JUVENTUS: "E' veramente difficile perché puoi lasciar fuori Campioni o vicecampioni del Mondo, come Matuidi e Mandzukic".

SUL MERCATO DELLA JUVENTUS: "Ha fatto delle buone cose, in particolare all'inizio, poi si è incartata sull'attaccante e questa è una cosa quasi inedita. Probabilmente non ha fatto tutto quello che voleva, ma aspetterei a dire che ha fatto un mercato deludente".

SUL MILAN: "Prima di stroncare Giampaolo aspettiamo un attimo. Tante storie sono nate con brutte partite all'inizio e poi hanno portato a successi. Mi sembra di capire che contro il Brescia voglia provare a mettere più a suo agio Piatek, l'unica cosa che non capisco e dove voglia andare il mercato del Milan. Forse al Milan manca veramente un direttore sportivo capace da molto tempo: non c'è la vecchia volpe che ti può dare una mano quando hai gli occhi dell'Uefa puntati addosso".

SUL NAPOLI: "Sono convinto che il centrocampo titolare del Napoli sia uno dei più forti della Serie A, ma a livello di profondità di rosa un centrocampista in più servirebbe".

SULLA ROMA: "Ha fatto tantissime cose, fin troppe... Credo che stia cercando un difensore centrale, ma deve soprattutto ragionare sulla fase difensiva. La prima partita mi fa pensare che l'idea di calcio di Fonseca sia buona, ma un po' pericolosa".

SU DZEKO: "Una società forte decide di puntare su un calciatore, fa un prezzo e non cambia idea. Sanchez è un altro calciatore, ma un piano B di stralusso per l'Inter"

SU JUVENTUS-NAPOLI: "Potrebbe finire in parità"