Finelli: "Italia posssibile outsider dei Mondiali. Gallinari e Datome portano talento e morale"

31-08-2019 10:58 -

Coach Alessandro Finelli è intervenuto ai microfoni di Radio Sportiva per introdurre l'avventura mondiale degli azzurri.

SU COSA SI ASPETTA DAL MONDIALE: "La preparazione ha visto gli azzurri affrontare avversari di alto livello, con una squadra incompleta. Mancavano Datome e Gallinari, la loro presenza può dare morale, fiducia e talento. Il nostro roster è molto duttile e completo in ogni ruolo. E' giusto vivere questa avventura come outsider. Abbiamo tanti giocatori nel pieno della loro maturità, andiamo avanti con un cauto ottimismo".

SULL'ETA' MEDIA ALTA: "Il fatto di avere la squadra con tanti giocatori attorno ai 30 con esperienza in nazionale, Nba può fare gioco. Avranno sicuramente voglia di dimostrare il loro valore in questa competizione".

SULLE AMICHEVOLI CONTRO LA SERBIA: E' un avversario importante che incontreremo anche al Mondiale dopo i due recenti test match. La presenza di Gallinari può essere un valore aggiunto contro squadre che come la Serbia che hanno centrali forti ma molto statici".

SUI TAGLI: "Bisogna vedere il massimo rispetto di coach Sacchetti ed il suo staff, hanno sicuramente soppesato tutti gli elementi. Della Valle può essere il giocatore giusto per partire dietro Belinelli. Aradori ha grande esperienza internazionale ma poi i giocatori vanno messi uno dietro l'altro".

SU GENTILE: "E' uno dei più giovani, può essere il suo anno per fare bene in nazionale. Sarà stimolato anche dalla possibilità di mettersi in mostra per ottenere un buon contratto".