Cecchi: "Per 60 minuti una grande Juve, già 'sarriana', poi si è visto quanto può mancare Chiellini"

01-09-2019 11:22 -

Nel Microfono Aperto è intervenuto Stefano Cecchi per rispondere alle domande degli ascoltatori.
"A me dispiace perché credo che la Fiorentina abbia già un grande centravanti, Vlahovic, oltre a Boateng, con Pedro crei un dualismo che può tarpargli le ali, credo manchi più una mezzala.
Il Var pur con tutti i suoi errori rimane una correzione positiva. Diversa è la ratio della nuova regola sul fallo di mano, non la capisco: si tenta di far chiarezza ma si va all'eccesso di una possibile caccia al braccio con giocatori che prenderanno la mira. La Var è utile quando elimina un errore evidente. Annullare reti per fuorigioco millimetrici mi pare capzioso.
Dal Var non si torna indietro ma bisogna trovare strumenti che evitino le storture: non ha senso che al monitor ci siano arbitri di campo, serve un team dedicato; diamo agli allenatori la possibilità di chiamare la revisione
La Juve ha saltato il fosso, per 60 minuti ha giocato alla grande, è stata 'sarriana'. Poi a me è sembrato che sia mancato tanto Chiellini, per me un eterno sottovalutato: è uno dei 3 difensori migliori al mondo.
DeLigt ? Su quanto è stato pagato delle domande te le poni, ma diamogli un po' di tempo. Koulibaly ieri ha sbagliato tutto ma ha già dimostrato quanto vale, riparliamone tra 5-6 partite.
Giampaolo si ostina a non cambiare il resto per non cambiare lui: non è una dimostrazione di forza per me. Ieri ha escluso Piatek e Paquetà i due acquisti più onerosi, Leao mai visto... mi pare ci sia un po' di confusione al Milan.
Su Icardi si è detto di tutto. Aggiungo solo di non usare per questo caso la parola mobbing per decenza e rispetto per chi davvero è mobbizzato e non prende milioni, utilizziamo altri termini".