Cecchi: "Sarri si lamenta, non cerchi scuse. Conte? Vista la qualità dell'Inter più che la sua mano"

15-09-2019 09:56 -

Stefano Cecchi ha risposto alle domande degli ascoltatori di Sportiva durante il "Microfono Aperto".

SULLE PROTESTE DI SARRI: "Non mi piace l'allenatore che cerca scuse, mi ha ricordato un po' il Mazzarri di qualche anno fa. Il caldo c'era per entrambe le squadre. Sarri deve abbandonare questa tunica di lamenti che non fa bene neanche a lui".

SU LUKAKU: "A me è sembrato un apriscatole più che un centravanti che fiuta il gol. Aiuta tanto la squadra, ma lasciamogli annusare l'erba italiana, che è molto diversa da quella inglese. Mi è sembrato macchinoso, è più bravo a creare spazi per gli altri".

SULLA MANO DI CONTE NELL'INTER: "Se De Paul non avesse tirato lo schiaffo a Candreva, non so come sarebbe andata. L'Udinese ha disputato una buona partita. Dov'era la mano di Conte? Sicuramente si vede, ma l'Inter ha anche tanto talento".

SU SENSI-CASTROVILLI-PELLEGRINI CENTROCAMPO DELL'ITALIA AGLI EUROPEI: "Io aspetterei prima di giubilare Barella".

SU SPALLETTI ALLA FIORENTINA: "Ancora non è il tempo, a me pare che Montella le abbia indovinate tutte ieri. Alla vigilia ero molto preoccupato, temevo una Fiorentina che cappottasse, invece ho visto una Juventus in difficoltà come poche altre volte è successo. E' mancata solo un po' di buona sorte. La Fiorentina ha disputato una grande partita anche perché ha rinunciato ad un centravanti andando a rimpolpare il centrocampo, ovvio pagare qualcosa in attacco. Ieri ho visto una gran bella Fiorentina con un talento che può crescere, Castrovilli, è un Ribery che ha risputato una gara superiore a Ronaldo. Il recupero su CR7 mi ha commosso".

SULLA JUVENTUS: "Questa squadra è pronta al gioco di Sarri? Ieri ho visto una Juventus più brutta di quella di Allegri. Matuidi, Rabiot, Pjanic, solo per citarne alcuni, non sono giocatori da un tocco e basta. L'innesto del tecnico è difficoltoso. In più, l'assenza di Chiellini si sta facendo sentire. Ultima cosa: la maglia indossata ieri dalla Juventus mi ha lasciato senza parole".

SULLA METAMORFOSI DELLA JUVE DAL NAPOLI A FIRENZE: "E' inspiegabile. Nei primi 60 minuti della gara contro il Napoli, c'era molto Sarri nella Juventus, ma la Fiorentina vista alla prima di campionato è stata in grado di mettere in difficoltà gli azzurri".

SU DYBALA: "Se questo è l'assetto della Juventus, dove gioca? O Sarri cambia qualcosa, magari inserendo il trequartista, oppure può giocare solo al posto di Higuain".