Massimo Agostini: "Al Milan non si è visto ancora niente di quello che vuole Giampaolo"

16-09-2019 15:04 -

L'ex attaccante di Milan e Roma, Massimo Agostini, è intervenuto in diretta a Sportiva per commentare il momento delle sue ex squadre.

SULL'ATTACCO DEL MILAN: "Sicuramente non è tutta colpa di Piatek, perché in queste condizioni la squadra non sta sviluppando una gran mole di gioco e di occasioni. Giampaolo deve lavorare e trovare l'assetto giusto e il coordinamento ideale tra i reparti, altrimenti la squadra fa fatica a vincere anche contro una neopromossa come il Verona. Ancora Giampaolo non ha fatto vedere alla società e ai tifosi il lavoro che ha fatto alla Sampdoria: se ha l'ambizione di allenare in grandi squadre, deve far vedere la propria mano".

SUL DERBY: "E' sempre stato una partita a sé, che magari usciva fuori dal resto del campionato. E' una gara che si gioca col sangue agli occhi, quiandi forse capita al momento giusto per far capire a Giampaolo che se ha in mano una squadra come il Milan, questa deve andare a mille. Conte ha già dato un'impronta molto significativa alla squadra e ai giocatori che ha voluto. Da una parte c'è un allenatore che ha subito fatto vedere quello che vuole, dall'altra ancora non si è visto ancora niente di quello che vuole Giampaolo. Sulla carta il Milan parte sfavorito".

SULLA ROMA: "Fonseca è un allenatore che ha sempre lasciato un'impronta e dato un gioco dove è stato. Nelle prime partite alla Roma ha subito parecchio, ieri ha fatto un grandissimo primo tempo, ma poi ha subito, tanto da rischiare il pareggio. Deve aggiustare difesa e centrocampo nelle coperture".

SUL CAPOCANNONIERE: "Se Sarri riesce a inquadrare bene la situazione alla Juventus, potrebbe essere Ronaldo. Ma darei un'occhiata a Lukaku, che è un gigante buono, un lavoratore che pensa alla squadra, ma anche uno che è messo nelle condizioni di fare tanti gol. Con Conte può esprimere tutte le sue potenzialità. Mi dispiace solo non vedere qualche attaccante italiano poter scalzare questi attaccanti stranieri".