Bucchioni: "Napoli straordinario, Ancelotti in Europa ha una marcia in più"

17-09-2019 23:22 -

Enzo Bucchioni, durante il microfono aperto di Sportiva, ha risposto alle domande in diretta degli ascoltatori. Ecco le sue considerazioni:

Sulla gara del San Paolo: "Il Napoli è stato straordinario, Ancelotti in Europa ha una marcia in più come esperienza e conoscenza dell'avversario. Ha interpretato la partita al meglio con un pratico 4-4-2 e palla bassa".

Sul rigore di Mertens: "Da alcune immagini sembra che Callejon non venga toccato, è il classico caso in cui si può o non può dare. Però con il VAR è stato valutato da due arbitri internazionali e non va messa in discussione la decisione".

Sui nerazzurri: "L'Inter forse non è ancora pronta ad affrontare certe partite. Conte si è preso tutta la responsabilità e ora deve trarre forza da questo 1-1. Anche perché hanno pareggiato anche Borussia e Barcellona. Sia Napoli che Inter in A possono essere l'anti-Juve. ma siamo a metà settembre, in fase di assoluta costruzione. Non bisogna giudicare drasticamente".

Su Llorente: "Mi piace moltissimo, non è un bomber da 20 gol ma ha un'intelligenza tattica straordinaria. Anche stasera ha intuito che poteva esserci l'errore di Van Dijk. Sarà utilissimo al Napoli. I due esterni del Napoli hanno fatto una grande partita. Di Lorenzo arrivava da una retrocessione, in questi 2 mesi Ancelotti gli ha dato molta più sicurezza, anche nei tempi di intervento. Nella Juve c'è CR7, nell'Inter Conte, nel Napoli Ancelotti. Ed è anche quello più avanti perché ha un anno di lavoro in più. Si meriterebbe un trofeo dopo anni di grande lavoro".

Su Conte: "Ora non si deve porre limiti, l'Inter può starci benissimo in Champions. Le motivazioni della brutta prestazione sono nell'approccio sbagliato, non certo nel pensiero al derby. Conte si basa su un gruppo di giocatori che dà certezze e hanno assimilato meglio i suoi dettami. Visto il mal di schiena di Lukaku avrei messo Sanchez e Lautaro, ma non ha voluto snaturare il suo lavoro maniacale".

Sui singoli dell'Inter: "Lazaro? Facciamolo inserire, ha energia e salta l'uomo con grande velocità. Brozovic? Alcune volte gioca con intelligenza, altre si perde con troppa facilità. Barella c'è anche per questo".