Cecchi: "Il rigore al Napoli non l'avrei dato. L'Inter ha sbagliato una gara, ma è prima in Serie A..."

18-09-2019 10:39 -

Stefano Cecchi ha risposto alle domande degli ascoltatori di Sportiva durante il "Microfono Aperto".

SU PAQUETA' ED IL MILAN
: "Giampaolo dovrà dimostrare con i fatti, oltre che con le parole, di essere un allenatore da Milan. Per il momento il suo è un calcio ipotetico".

SU GASPERINI: "Tutti possono sbagliare, lui ad esempio lo ha fatto all'Inter, ma complessivamente la sua carriera dice che merita solo applausi. Forse però è stato frenato per il suo carattere".

SULL'INTER CHE PARTE SEMPRE BENE MA POI CALA: "Il calcio è anche irrazionalità, sogno. Quest'anno l'Inter, oltre al sogno, accompagna anche qualcosa di più concreto perché Zhang ha speso tanti soldi. Sognare lo scudetto non è solo un sogno ma un'ambizione legittima".

SULL'ATALANTA: "Oggi si gioca la Champions, in campionato vola, hanno una squadra fantastica, fanno lo stadio nuovo ed hanno il 13° monte ingaggi della Serie A. E' un capolavoro sportivo. E ci sono margini di crescita".

SUL CASO ICARDI: "Deve essere successo qualcosa di grave, perché da fuori la vicenda è incomprensibile. Sicuramente le dichiarazioni della moglie non hanno aiutato a sanare le ferite".

SUL RIGORE DATO IERI AL NAPOLI: "Anche io non l'avrei fischiato guardando il VAR, ma ho visto errori peggiori. In questo inizio campionato ho visto furbizie che neanche il VAR è riuscito a correggere, serve una battaglia per stangare l'ipocrisia. I simulatori vanno sanzionati oltre il giudizio dell'arbitro".

SULL'INTER: "Conte ha sbagliato una partita, non possiamo giudicarlo solo per quella. L'Inter è prima in classifica...".

SU LLORENTE: "Pensando ai formaggi, può essere paragonato ad un Parmigiano Reggiano stagionato di 36 mesi".