Sabatini: "Inter sempre in controllo. Sanchez, rosso giusto ma segnali positivi. Samp preoccupante"

28-09-2019 19:33 -

Sandro Sabatini è intervenuto ai microfoni di Sportiva per commentare la vittoria dell'Inter in casa della Sampdoria.

SULL'ESPULSIONE DI SANCHEZ: "La condivido, è quasi automatico il cartellino. Il giallo ci stava".

SULLA PRESTAZIONE DI SANCHEZ: "E' la terza punta di questa Inter dietro a Lukaku e Martinez. Ha le credenziali per essere confermato a Barcellona, ma bisognerà vedere cosa pensa di fare Conte. Sanchez, al di là dell'espulsione, ha dato segnali molto positivi".

SULL'INTER: "L'Inter ha gestito bene la partita anche in 10 uomini, non sembrava in inferiorità numerica. Qualche tensione in più c'è stata, ma geometrie e tasso tecnico sono rimasti superiori rispetto a quelli della Sampdoria. Nel primo tempo si sono viste tutte le differenze oggettive tra Inter e blucerchiati, i nerazzurri hanno messo subito le cose in chiaro. Non sono aspetti casuali, Conte chiede di partire subito forte per mettere alle corde l'avversario".

SULLA SAMPDORIA: "Se fossi un tifoso della Samp sarei molto preoccupato perché il tasso tecnico della squadra non è sufficiente per togliersi agevolmente dalla zona retrocessione. La situazione societaria non aiuta".

SULLA SITUAZIONE SOCIETARIA DELLA SAMP: "La normalità prevede che una squadra risenta della situazione societaria, ma la Sampdoria è comunque inferiori a livello tecnico rispetto alla passata stagione",

SU QUAGLIARELLA: "L'età passa per tutti, quella dell'anno scorso è stata un'anomalia. C'è da dire però che anche nella passata stagione era partito piano".