Biscardi: "Togliere la stella di Conte dallo Stadium? Barbarie, storia indelebile"

06-10-2019 10:54 -

Così Maurizio Biscardi nel Microfono Aperto di Radio Sportiva:

Sul Monza: "In Serie A entro due anni? Al momento è una suggestione, però si sono messi d'impegno per riuscirci e magari ce la fanno pure"
Su Conte: "La stella gli è stata data per quello che ha fatto da calciatore ed è indelebile. Cancellarlo è una barbarie, sotto tutti gli aspetti etici e sportivi. Poi possiamo criticare e dire tutto quello che vogliamo, ma quello che ha fatto non lo potrà negare nessuno"
Su Agnelli: "I continui ricorsi su Calciopoli alimentano tensioni e ostilità, in realtà lo sport dovrebbe pacificare e sedare. Le cose quando sono compiute, giuste o ingiuste, sono finite lì, non si può continuare per 15 anni a trascinare la vicenda, si fa il male allo sport"
Su Inter-Juventus: "Sarà una bella partita. Da un lato la foga dei nerazzurri di dimostrare di essere qualcuno, dall'altro l'esperienza dei bianconeri"
Sulla Sampdoria: "La situazione di Di Francesco è bruttissima, evidentemente non c'è feeling. Se la società ritiene che senza di lui la squadra può fare un altro tipo di campionato allora giusto pensare ad un cambio in panchina. Pioli sarebbe una scelta rischiosa, meglio Gattuso"