Longhi: "Gazidis ha ricordato ai tifosi bellicosi quanto il Milan fosse vicino al fallimento"

10-10-2019 10:04 -

Il giornalista Bruno Longhi è intervenuto ai microfoni di Sportiva durante il "Processo".

SU PIOLI: "La sua conferenza è stata intrisa di buoni propositi e di ottimismo. Punta a migliorare i singoli, aspetto da non valutare perché gli insegnanti mettono questo aspetto davanti al proprio gioco. La sensazione è che con la conferenza di ieri Pioli sia riuscito in parte a zittire i suoi detrattori e a creare un piccolo nuovo entusiasmo in casa Milan".

SULLA PAROLE DI GAZIDIS: "Ha ricordato ai tifosi bellicosi quanto il Milan fosse vicino a finire in D. Giusto sottolineare queste considerazioni, come è giusto ritenere eccessivo l'ottimismo quando si parla di obiettivo Champions".

SULL'ATALANTA: "E' virtualmente la squadra campione d'Italia nell'anno solare, tutte le statistiche sono dalla sua parte. Il suo monte stipendi è 10 volte inferiore rispetto a quello della Juventus. Sono innamorato di questa squadra, il suo gioco ed i suoi giocatori sono entusiasmanti".

SUL NAPOLI: "Il momento è quello che è, in netta controtendenza rispetto alla splendida vittoria in Champions contro il Liverpool. I motivi sono dietro il ritardo di condizione dietro ai giocatori che hanno giocato durante l'estate, il rendimento sottotono di Zielinski e Milik, i casi Lozano e Insigne, i rinnovi in ballo. Io però resto ottimista perché gli spezzoni di gara giocati bene significano che il Napoli può stabilizzarsi a quei livelli".