Selvaggi: "La maglia verde è una ferita al cuore"

12-10-2019 15:24 -

A Radio Sportiva l'ex campione del mondo con la nostra nazionale Franco Selvaggi ha parlato del momento dell'Italia di Mancini.

"Non dimentichiamo da dove venivamo, cioè da una mancata qualificazione ai mondiali: Mancini sta facendo molto bene, siamo a punteggio pieno e facciamo anche un buon calcio, quindi dobbiamo essere soddisfatti, Stasera è un test per confermarsi: questa nazionale è molto rinnovata, Mancini sta dando spazio ai giovani e quindi premiamo anche il coraggio oltre che la bravura di questi ragazzi. Immobile negli ultimi due anni ha segnato tanto ma io non sottovaluterei nemmeno Belotti: abbiamo finalmente due punte che hanno raggiunto la maturità, dipende anche dal sistema di gioco ma i due potrebbero anche giocare insieme. A me sono sempre piaciuti i giocatori che sanno giocare a calcio, su Tonali molti dicono che assomiglia a Pirlo, ma bisogna aspettare un po': sicuramente è un predestinato ma deve dimostrare di saperci fare e sono sicuro che sarà il futuro della nazionale. Barella è un giocatore straordinario visti i tempi: sa fare un po' di tutto, sa attaccare, difendere e impostare l'azione: sarà un punto fermo della nazionale. E' una ferita al cuore giocare con la maglia verde, quando si parla di nazionale si parla degli azzurri, quindi dovremmo rivedere anche l'approccio nella dizione: è vero che il calcio è diventato business, ma io appartengo a una vecchia generazione che crede ancora in certi valori"