Serafini: "Niente catastrofismo sul bilancio del Milan, Elliott non ha debiti con altri"

18-10-2019 16:22 -

Luca Serafini, storica firma sulle vicende milaniste, ha parlato in esclusiva ai nostri microfoni:

Sull'esordio di Pioli: "L'ondata di pancia del #PioliOut si è esaurita, il tecnico è il meno colpevole. Da Pioli mi aspetto semplicità: il Milan è impostato in un certo modo da 2-3 anni e mi aspetto che sfrutti le caratteristiche dei giocatori presenti. Dalla squadra e dal pubblico mi aspetto una simbiosi: sono stati duramente criticati i dirigenti e adesso bisogna alzare l'asticella. Bennacer, Rebic e Krunic dovranno dare il loro apporto alla causa".

Sul momento: "I giocatori in Gattuso e Giampaolo hanno avuto due strenui difensori del gruppo. Non so se lo spogliatoio abbia recepito questo: la squadra ha fatto 68 punti e ha tenuto l'ossatura aggiungendo qualche innesto interessante. Adesso tocca a loro".

Sul rosso nei conti: "Il bilancio? Non mi preoccupa e non condivido il catastrofismo. Tutti ci siamo dovuti improvvisare commercialisti, ma stiamo parlando di una società che non ha debiti con gli altri e manovra centinaia di milioni, così come sono di Elliott le strategie. Non stanno funzionando i ricavi. Elliott ora vuole puntare su stadio e ritorno in Champions il prima possibile. Quello che non sta funzionando è a livello di ricavi: lì bisogna fare di più".