Meroi (Gazzetta): "I giocatori dell'Udinese non erano più dalla parte di Tudor"

01-11-2019 15:25 -

Il corrispondente de "La Gazzetta dello Sport" da Udine, Massimo Meroi, è intervenuto in diretta a Sportiva per commentare l'esonero di Tudor.

SULLE COLPE DEL CROATO: "Fino a due partite fa aveva la miglior difesa del campionato... Onestamente è difficile capire cosa è successo nell'ultima settimana. la goleada di Bergamo, per quanto inaspettata, ci può stare, non perdere 4-0 con una Roma normalissima, in 11 contro 10. Evidentemente non c'è stata la reazione che ci si aspettava e mi viene da dire che la squadra non era con l'allenatore. Se Tudor fosse andato in panchina a Genova sarebbe stato come Andreazzoli, che è andato a Parma da allenatore esautorato: era inevitabile, dopo quello che era successo ieri, che si arrivasse a questo. A questo punto, credo che fino a lunedì/martedì non sapremo chi ".

SUI SUCCESSORI: "In questo momento non ci sono favoriti, perché ci sono tante anime all'interno della società. Mi verrebbe da escludere Gattuso, che ha un ingaggio pesante, uno staff numeroso e mi risulta essere già in parola col Torino. Escluderei Colantuono, poi darei le stesse percentuali a Marino, Ballardini, Di Biagio e Guidolin, anche se quest'ultima mi pare una pista difficile da praticare"