Al. Orlando: "Non credo la Juve cambi solo l'allenatore, tanti al capolinea"

08-08-2020 16:06 -

In Diretta Sportiva per parlare dell'esonero di Sarri è intervenuto l'ex Juventus Alessandro Orlando.
"C'era da aspettarselo, nell'ultimo periodo mi pareva non ci fosse tranquillità e credo in società avessero già tastato il polso alla squadra. Non credo cambi solo l'allenatore, in rosa c'è tanta gente al capolinea che ha bisogno di nuovi stimoli. Tante cose non vengono a galla quando i risultati le coprono ma forse ormai lo scudetto non fa più questo effetto, l'uscita dalle migliori 8 d'Europa è una bastonata che ti fa ripensare il progetto e forse anche a qualche dirigente.
La sua difficoltà e il suo limite Sarri l'ha trovata a gestire una squadra che non poteva modellare in base al suo credo, è stato bravo ad adattarsi ai giocatori che aveva ma forse troppi non rispecchiavano il suo modo di interpretare il calcio. Non credo per lui sia tutto negativo perché ha dovuto ampliare il suo bagaglio. Ha vinto lo scudetto con 2 giornate d'anticipo, non ne esce ridimensionato ma penso gli servirà, è più la società ad aver fatto errori di gestione e scelte".